5 SPEZIE MAGICHE

Le spezie sono potenti antibiotici, aggiungendole regolarmente nel cibo in piccole dosi, possiamo migliorare il sistema immunitario, ridurre l’infiammazione delle cellule e mantenere un equilibrio ottimale tra i microbi buoni e cattivi nel corpo. Inoltre si può aumentate la quantità di polifenoli, potenti antiossidanti che neutralizzano i radicali liberi, generati dalla costante esposizione al sole e agenti anti – microbici.

Spezie magiche

Origano – antibatterico e antisettico

OriganoL’origano è una pianta dalle molte qualità terapeutiche, per questo fin dall’antichità viene usato per le sue qualità aromatiche e anche per la bellezza estetica.

I suoi principi attivi sono principalmente i fenoli timolo e carvacrolo oltre ai grassi, proteine, sali minerali, vitamine e carboidrati.

Le sue proprietà terapeutiche: antalgico, antisettico, analgesico, antispasmodico, espettorante, stomachico e tonico. Il suo olio essenziale si utilizza nell’aromaterapia. I suoi infusi sono consigliati contro la tosse, le emicranie, i disturbi digestivi e i dolori di natura reumatica poiché svolgono una funzione antinfiammatoria.

In cucina si usa in innumerevoli preparazioni su carne e su pesce, nelle insalate e nella pizza.

L’origano è controindicato in caso di gastrite, ulcera peptica, dermatiti oppure ipersensibilità verso uno o più componenti.

Rosmarino – tonificante

RosmarinoIl rosmarino contiene un olio essenziale ricco di sostanze benefiche che lo rendono anche particolarmente aromatico.

La composizione chimica del rosmarino è molto varia, oltre alle molecole lipofile dell’olio essenziale, è soprattutto ricca di antiossidanti e sali minerali. Tra i macronutrienti energetici prevalgono i carboidrati.

Il rosmarino è un rimedio tonificante e rafforzante. Utilizzato regolarmente è in grado di alleviare lo stress e la tensione, di migliorare la condizione nella nevrosi, la stanchezza generale e la debolezza sessuale.

Il rosmarino dà un buon gusto alla carne, al pesce, alle salse, alle patate, alle pizze e torte salate, alle zuppe e minestre, ai condimenti marinati e alle salse. Lo si può usare anche per aromatizzare la limonata, l’olio di olive e per fare un tè a base di erbe.

Il rosmarino è controindicato nelle persone che soffrono di epilessia (l’olio essenziale è ricco di canfora), in gravidanza oppure in caso di ipersensibilità verso uno o più componenti.

Timo – utile per il raffreddore

TimoI romani utilizzavano l’olio essenziale di timo per la conservazione dei cibi, gli egiziani tra gli ingredienti per l’imbalsamazione dei defunti.

Il timo è un’altra pianta molto utilizzata in cucina per aromatizzare diversi tipi di pietanze, ma è soprattutto importante per la sua funzione terapeutica.

In cucina può essere utilizzato nella carne e nei pesci, nei formaggi, nelle pizze e torte salate, nelle frittate, nelle salse, nei condimenti.

I componenti del timo sono: sali minerali, vitamine, proteine, aminoacidi, olio essenziale, timolo, fenoli, carvacrolo.

I ricercatori della University of California (Davis), ritengono che l’attività antiossidante del timo sia simile a quella della vitamina E.

Il timo è controindicato nelle persone che soffrono di gastrite, ulcera peptica, dermatiti (uso esterno) oppure in caso di ipersensibilità verso uno o più componenti.

Curcuma – aiuta a prevenire il cancro

CurcumaLa curcuma è una spezia della cucina indiana. Si può fare il curry con qualsiasi ingrediente che avete in casa: verdure, carne, pesce, uova o lenticchie potete aggiungere una bella cucchiaiata di curcuma, insieme ad altre spezie per il curry, come cumino, coriandolo, zenzero e aglio. Aggiungetelo nelle zuppe, nei stufati o nel riso. Questo gli regalerà un colore giallo brillante.

La curcuma contiene molte sostanze benefiche tra cui sali minerali, il gruppo delle vitamine B, un alto contenuto di vitamina C, vitamine E, K e J, carboidrati, zuccheri naturali, olio essenziale, curcumina.

Secondo studi recenti, la curcumina aiuta a sopprimere il cancro. Nei test in vitro, l’80% delle cellule maligne tumorali della prostata sotto l’influenza della curcumina vengono distrutte.

La curcuma è controindicata in caso di ipersensibilità verso uno o più componenti.

Salvia – antiinfiammatorio

SalviaLa salvia dà un buon sapore ai piatti a base di carne, di pesce o di uova. Si aggiunge nei sughi, nelle salse, nei condimenti.

Oltre che essere molto utilizzata in cucina, la salvia ha molte proprietà medicinali – è antisettica, digestiva, diuretica, estrogenica, ipoglicemica, spasmolitica e tanto altro.

I principi attivi della salvia sono: olio essenziale con proprietà antisettiche, salvina e picrosalvina, acido carnosico, triterpeni, acidi fenolici e flavonoidi.

La salvia è controindicata in persone che soffrono di epilessia oppure in caso di ipersensibilità verso uno o più componenti. Per l’uso in cucina non ci sono rischi.

 

Aggiungi un commento