GLI ZUCCHERI CREANO DIPENDENZA

La dipendenza da zuccheri è un vero e proprio problema, le conseguenze mettono in pericolo la salute. Per fortuna esistono molti rimedi per cambiare gradualmente un rapporto non sano con queste sostanze nutrienti.

Gli zuccheri

Quando il consumo di zuccheri è fuori controllo e proviene da fonti poco salutari può generarsi una vera e propria dipendenza. Mangiarne troppi e in maniera non corretta può causare aumento di peso, acne, alito pesante, stanchezza, scarsa salute dei denti e tanti altri problemi, fino a portare all’obesità, al diabete di tipo 2, ai problemi cardiaci, alla demenza, al cancro ecc…

Oggi gli zuccheri vengono aggiunti a tantissimi prodotti confezionati e spesso ne consumiamo in eccesso senza rendercene conto.

Come agisce lo zucchero sul nostro cervello e nell’organismo?

Gli zuccheri forniscono carburante in modo immediato ad ogni singola cellula del cervello. Quando ne consumiamo troppi il cervello comincia a non funzionare come dovrebbe. Il nostro cervello dovrebbe regolare l’assunzione di cibo e impedirci di esagerare ma gli zuccheri mandano in tilt tutto il nostro sistema di regolazione. Gli zuccheri possono sfasare la chimica del cervello per farcene desiderare sempre di più. Gli studi sugli zuccheri hanno evidenziato una reazione simile a quella delle dipendenze da droghe, più forte nelle donne.

Una caramella contiene un carboidrato semplice che si trasforma immediatamente in glucosio, alzando i livelli di zuccheri nel sangue. Essi si trovano anche nella frutta, nella verdura e nei latticini ma in questo caso le fibre e le proteine rallentano il processo di assorbimento, evitando picchi improvvisi di zuccheri nel sangue.

L’organismo deve indirizzare il glucosio nel sangue verso le cellule, trasformandolo in energia, così il pancreas produce insulina e il livello di zuccheri nel sangue si abbassa improvvisamente. Questi sbalzi improvvisi possono provocare diversi sintomi che spingono di nuovo a consumare gli zuccheri.

Dipendenza dagli zuccheriPer ridurne il consumo servirebbe introdurre dei piccoli cambiamenti nell’alimentazione. Seguire una dieta sana ed equilibrata assumendo vitamine, minerali, frutta e verdura e bevendo anche tanta acqua. E’ utile fare anche attività fisica, quella che piace di più: camminare, andare in bici o nuotare. Iniziare lentamente, e lavorare per almeno 30 minuti alla volta, 5 giorni a settimana. Non cercare di sostituire gli zuccheri con i dolcificanti. Attenzione anche agli zuccheri presenti nei carboidrati raffinati che ci sono nelle salsine. Le patatine fritte, la pasta e il riso bianco, anche se non sono dolci, alimentano la nostra dipendenza da zuccheri. Prendete l’abitudine di leggere le etichette degli alimenti.

Seguite i consigli e dopo poche settimane vi accorgerete che basta poco per vivere sano!

Fonte – The truth about sugar addiction

 

 

Aggiungi un commento